Vaccinazione Anti morbillo-parotite-rosolia

perche-vaccinare-i-propri-bambini

Che cosa sono il morbillo, la parotite e la rosolia?

Il morbillo è una malattia infettiva, molto contagiosa, causata da un virus che si trasmette per via aerea. Si manifesta con febbre alta, tosse, congiuntivite e una caratteristica eruzione della pelle. La febbre dura circa una settimana, l’eruzione cutanea 3/5 giorni. Non esiste una terapia specifica.
Non tutti riconoscono il morbillo come una malattia seria, quale è in realta, forse perchè fa parte dell’infanzia di molti genitori. Il morbillo può essere una malattia molto grave per le complicanze che possono insorgere. Le complicanze più temibili sono la polmonite (che colpisce il 6% circa dei bambini che hanno il morbillo) e l’encefalite ( che colpisce circa 1 bambino su 1000 malati di morbillo). Queste complicazioni possono determinare conseguenze permanenti, come danni cerebrali o ritardo mentale, o addirittura condurre alla morte.

La Parotite è una malattia infettiva causata da un virus che si trasmette per via aerea; determina di solito gonfiore di una o più ghiandole salivari che dura una settimana, ma può complicarsi dando meningite asettiche nel 10% dei casi, infiammazione del pancreas nel 4% dei casi, sordità permanente in 5 casi ogni 10.000. L’infezione acquisita dopo la pubertà può causare infiammazione dei testicoli e delle ovaie nel 25% dei casi. Non esiste una terapia specifica.

La Rosolia è una malattia virale che si manifesta con febbricola, ingrossamento delle ghiandole del collo e eruzione cutanea. Nell’infanzia ha generalmente decorso benigno. La rosolia è invece una malattia grave quando viene acquisita dalle donne in gravidanza: l’85% delle infezioni acquisite nel primo trimestre di gravidanza causeranno un aborto o gravissimi danni al bambino, quali sordità, ritardo mentale, cataratta ed altre affezioni agli occhi, malformazioni cardiache ecc. ( sindrome della rosolia congenita).Anche per questa malattia, purtroppo non esiste una terapia specifica.

Il vaccino
Morbillo, parotite e rosolia possono essere prevenute con un’unica vaccinazione, sicura ed efficace. L’età consigliata per la vaccinazione è a partire dal tredicesimo mese di vita( non appena il bambino compie l’anno) ed è importante fornire la protezione vaccinale senza ritardi.
Si raccomanda una seconda dose all’età di 5/6 anni per rendere ottimale l’efficacia della protezione; La vaccinazione anti morbillo-parotite-rosolia può essere eseguita contemporaneamente ad altre vaccinazioni quali il richiamo antidifterite-tetano-pertosse-polio.
Il vaccino può essere somministrato a qualunque età: adolescenti ed adulti che non sono certi o che non ricordano di aver contratto queste malattie possono essere vaccinati.

Quali sono i rischi della vaccinazione?

Il vaccino può dare degli effetti collaterali lievi e di breve durata, come dolore, rossore e gonfiore sul punto di iniezione oppure febbre lieve e moderata,modesta eruzione cutanea, ingrossamento dei linfonodi e gonfiore delle articolazioni. Gli effetti collaterali si manifestano in genere dopo 5-15 giorni dalla vaccinazione.
Gli effetti collaterali a carico delle articolazioni (dolore, rigidità e ingrossamento) sono più frequenti negli adulti, soprattutto nelle donne.
Reazioni gravi alla vaccinazione sono estremamente rare e si manifestano con una frequenza di gran lunga inferiore a quella che si verifica a seguito di una malattia: trombocitopenia transitoria ad andamento benigno ( da 1 caso su 1.000.000 di vaccinati); encefaliti (1 caso ogni 1-2 milioni di vaccinati).
Reazioni allergiche gravi sono rarissime.
Vi è assoluta certezza scientifica che un bambino vaccinato è molto più sicuro di un bambino non vaccinato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>